Avvio corsi abilitanti 2023/2024: pronti i decreti di accreditamento delle istituzioni che possono erogare i corsi. I percorsi da 30 CFU online possono già partire

0
174

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha inviato la nota 3042 del 15 febbraio 2024 con la quale comunica che sono pronti i decreti di accreditamento di Università e Istituzioni AFAM  che possono erogare dei corsi abilitanti per l’anno accademico 2023/24.

Sono invece ancora in via di definizione i decreti attuativi che dovranno stabilire l’entità dell’offerta formativa per questo anno accademico e la quota di riserva per i precari con tre anni di servizio (di cui almeno uno sulla classe di concorso per la quale ci si vuole abilitare).

I corsi da 30 CFU on-line per i docenti già in possesso di altra abilitazione o specializzazione nel sostegno possono già partire, in quanto essi sono esclusi dal livello sostenibile di attivazione dei percorsi di formazione iniziale e le Istituzioni per cui è stato previsto laccreditamento dei percorsi possono già avviarli.

Per quanto riguarda la pubblicazione dei bandi degli altri corsi (quelli da 60 CFU/CFA, quelli da 36 e quelli da 30 CFU/CFA) le Istituzioni Universitarie e AFAM devono aspettare la pubblicazione dei decreti attuativi da parte del Ministero.

Ricordiamo quali sono le tipologie di corsi attivabili in questo anno accademico:

Abilitanti da 60 CFU (per neo laureati o 24 CFU, in questo caso con riduzione del percorso a 36).

Abilitanti da 30 CFU on-line, per docenti già in possesso di abilitazione o specializzati su sostegno

Abilitanti da 30 CFU per docenti con tre anni di servizio presso le scuole statali o paritarie, di cui almeno 1 nella classe di concorso e per partecipanti allo straordinario bis”.

Transitori da 30 CFU (non abilitanti) per i neo-laureati o per coloro che non hanno acquisito i 24 CFU entro il 31 ottobre 2022.


clicca qui per andare all'articolo originale