“Docenti Tutor e Orientatori della scuola made in Italy. Istruzioni per l’uso” incontro online il 16 maggio

0
479

A cura della FLC CGIL Piemonte

L’incontro Docenti Tutor e Orientatori della scuola made in Italy. Istruzioni per l’uso, di martedì 16 maggio dalle ore 15 alle ore 17 in modalità telematica, ha carattere gestionale e operativo al fine di proporre uno strumento di intervento mirato per i Collegi docenti e per ciascuna autonomia scolastica. 

L’obiettivo è orientare a un utilizzo a favore di ciascun allievo e allieva e valorizzare con fermezza le prerogative riguardanti la libertà d’insegnamento e della professionalità docente, nell’ambito degli aspetti della figura docente che, come più volte ribadito da FLC CGIL, sono esclusivamente di natura contrattuale. 

Caratteri questi ultimi inscindibili da un modello di scuola inclusivo e democratico, frutto del dettato costituzionale. 

A partire dall’intervento introduttivo al tema da parte di Luisa Limone, Segretaria gen. FLC Piemonte, i punti focali riguardo agli indirizzi generali e alle soluzioni operative saranno trattati da Graziamaria Pistorino, Segretaria nazionale FLC CGIL. Entreremo nel merito delle ricadute culturali, pedagogiche e sociali del modello di scuola elitaria e meritocratica e del conseguente articolarsi del profilo docente che presiedono l’indirizzo espresso dalle Linee Guida e dalle dichiarazioni del Ministro con Dario Missaglia, Presidente nazionale di Proteo Fare Sapere. Con Luigi Colecchia, Segreteria regionale FLC Piemonte e Segretario gen. FLC CGIL ,saranno messi a fuoco aspetti nodali, casistiche, esperienze locali. Seguirà, sugli stessi temi, il coordinamento al dibattito e ai contributi delle/dei partecipanti da parte di Doriano Ficara, Segretario gen. FLC CGIL Cuneo.

L’invito rivolto a tutte e tutti, personale docente e ATA, Dirigenti scolastici e studenti è di partecipare con contributi, esperienze e quesiti in modo da co-costruire, a partire dalle esperienze delle lavoratrici e dei lavoratori, un percorso comune da restituire alla propria scuola e alla collettività.


clicca qui per andare all'articolo originale