FLC CGIL CAMPANIA: Utilizzazioni Licei Musicali – Comunicato e Richiesta interpretazione autentica art. 5 CIR Campania A.S. 2020/2021

0
426

– COMUNICATO STAMPA –
8 AGOSTO 2020

Utilizzazioni Licei Musicali
Richiesta interpretazione autentica art. 5 CIR Campania A.S. 2020/2021

La FLC CGIL Campania, coerentemente con l’impegno attivo e concreto che da sempre ha profuso per la valorizzazione dell’istruzione musicale in Campania, già dagli anni fortunatamente lontani in cui vigeva l’indifferenza più totale nei confronti dell’insegnamento dello strumento musicale, con cui ha contribuito fattivamente alla realizzazione di un’offerta formativa di istruzione e pratica musicale nelle scuole statali di I e II grado della regione che non ha eguali nel panorama nazionale, si è da subito impegnata anche quest’anno per garantire la stabilità e la continuità didattica dei nostri licei musicali, in accordo con la FLC CGIL Nazionale.

Già l’anno scorso la FLC CGIL aveva rimarcato in sede nazionale la necessità di mantenere l’utilizzazione nei licei musicali ex art. 6 bis del CCNI sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, almeno nella modalità della conferma ex art. 6bis comma 2 per garantire la continuità didattica tanto perseguita in quasi 10 anni di fase transitoria dalla messa in ordinamento.

Purtroppo, non è stato possibile mantenere nel CCNI questa possibilità dall’A.S. 2020/21 in poi per un malinteso senso di “normalità” e di rispetto delle regole generali che non tiene conto della particolare specificità dell’esperienza dei licei musicali. Insegnamenti come Storia della Musica, Tecnologie musicali, Teoria, Analisi e Composizione, quest’ultima anche materia di esame di stato, non arrivando all’orario cattedra di 18 ore settimanali, vengono così precarizzati e destabilizzati per sempre pur essendo ordinamentali, cosa che accade anche per gli insegnamenti di strumento musicale meno richiesti, che non vedranno mai il formarsi di cattedre complete e che quindi saranno per sempre destabilizzati e precarizzati.

Queste sono solo alcune delle tematiche che richiederebbero un’approfondita riflessione, inquadrata in un più ampio discorso di ottimizzazione e sistematizzazione dell’intera filiera dell’istruzione musicale ma, in attesa di avere l’occasione di confrontarci sull’intero sistema, in accordo con la FLC CGIL Nazionale, si è subito individuata la possibilità offerta dall’art. 3, comma 5, del C.C.N.I. 8/07/2020, il quale permette di definire ulteriori criteri e modalità di utilizzazione in relazione alle specifiche situazioni locali, per cui si è posta tempestivamente all’attenzione dell’U.S.R. per la Campania la possibilità di avvalersene per garantire la continuità didattica dei licei musicali campani, già in sede di sottoscrizione del Contratto Integrativo Regionale sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.

In quell’occasione non c’è stata disponibilità all’ascolto, nonostante si corresse il rischio di mettere in crisi di qualità dell’offerta formativa tutta la quota dei licei musicali campani che costituisce circa il 25% di quella nazionale o forse proprio a causa di questa consistenza che spesso ci viene contestata come fosse un demerito a livello nazionale, quando invece dovrebbe essere d’esempio per realizzare un sistema armonico che tenga conto anche della necessità di continuità formativa dalle scuole di I grado a indirizzo musicale, che in Campania può soddisfare potenzialmente solo poco meno del 12% di alunni che provengono dalle cosiddette SMIM.

Adesso però, in considerazione dei Contratti Integrativi Regionali sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie siglati presso l’U.S.R. per la Lombardia e l’U.S.R. per la Toscana, nonché dell’accordo integrativo al C.I.R. di interpretazione autentica siglato il 6 agosto 2020 presso l’U.S.R. per il Piemonte, che consentono, al fine di tutelare la continuità didattica, le operazioni di conferma ex art. 6 bis comma 2 del CCNI 8/07/2020, la FLC CGIL Campania è tornata sull’argomento nei confronti dell’U.S.R. per la Campania e ai sensi dell’art. 49 del DLGS 165/2001, ha inviato anche esplicita richiesta di attivazione delle procedure di interpretazione autentica al fine di consentire anche per l’anno 2020/21 le operazioni di conferma ex art. 6 bis comma 2 del CCNI 8/07/2020 dei docenti che sono stati utilizzati nelle discipline musicali dei licei musicali durante l’anno scorso, sui posti residuati al termine delle operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria di cui all’art. 6bis c. 10 del CCNI 8/07/2020 e di immissioni in ruolo per l’A.S. 2020/21.

Si conferma, quindi, il massimo impegno della FLC CGIL Campania nella risoluzione positiva di questa delicata problematica.

Si allega copia della richiesta inviata all’U.S.R. per la Campania.