Inail, maggiori risorse per la Fioroni 2022 ma ancora pesano i costi delle stabilizzazioni

0
66

Oggi, 14 febbraio, si è svolto l’incontro tecnico con l’Amministrazione sulla distribuzione delle risorse della Fioroni 2022. Sono stati predisposti due verbali separati: uno per ricercatori, tecnologi e amministrativi e l’altro per la dirigenza. Per il 2022 la costituzione del fondo per il personale della ricerca è pari a 3.412.606, con un incremento dell’11,8% rispetto al 2019 che è considerato anno di riferimento, al netto del 2020 e del 2021 che hanno avuto un andamento anomalo delle risorse. Infatti, per il 2020 il fondo non si è neanche costituito per la mancanza di risorse e per il 2021 le risorse sono state ridotte. Per il 2022 il fondo risulta particolarmente capiente per il recupero di somme fatturate ma non incassate degli anni precedenti. Si conferma l’impianto degli anni precedenti con una distribuzione delle risorse per il 60% legato agli obiettivi di struttura e per il 40% alla valutazione individuale.

Tabella B – Profili di Ricercatore e Tecnologo

Livelli

Importo annuale massimo per unità

Quota massima legata alla valutazione della struttura di appartenenza (60% risorse)

Quota massima legata alla valutazione individuale (40% risorse)

I

5.898,21

 3.538,93  

2.359,28  

II

5.496,72

 3.298,03  

 2.198,69  

III

5.161,22

 3.096,73  

2.064,49  

Tabella C –Profili di funzionario di amministrazione, collaboratore di amministrazione, collaboratore tecnico degli enti di ricerca, operatore tecnico, operatore di amministrazione

Livelli

Importo annuale massimo per unità

Quota massima legata alla valutazione della struttura di appartenenza (60% risorse)

Quota massima legata alla valutazione individuale (40% risorse)

IV

 3.551,90

 2.131,14  

1.420,76  

V

 3.150,41

 1.890,25  

 1.260,16  

VI

2.747,80

 1.648,68

 1.099,12  

VII

 2.345,19

 1.407,11  

 938,08  

VIII

  2.145,01

 1.287,01  

 858,00  

Durante l’incontro abbiamo chiesto di verificare le risorse dell’economie di gestione utili, a nostro avviso, per compensare le oscillazioni del fondo e di incrementare le attività di certificazione intervenendo sul piano del fabbisogno e accelerando le procedure di reclutamento. Inoltre, riteniamo che si possa prevedere la possibilità che le risorse del conto terzi su cui gravano attualmente le stabilizzazioni, possano essere spostate in maniera progressiva su altro capitolo delle risorse ordinarie, al fine di liberare risorse da destinare al fondo per la Fioroni. Operazione che, ha detta dell’amministrazione, parrebbe impossibile stante i vincoli normativi e di spesa con cui è stata costruita la procedura delle stabilizzazioni che vincolerebbe le spese fino alla cessazione del rapporto di lavoro degli stabilizzati.

Abbiamo, inoltre, posto all’attenzione del tavolo la corretta applicazione degli articoli 10 e 19 del CCNL relativamente alle indennità di responsabilità, che, come da contratto, devono gravare sulle risorse del conte terzi e non su quelle del contratto integrativo.


clicca qui per andare all'articolo originale:

https://www.flcgil.it/ricerca/inail-maggiori-risorse-per-la-fioroni-2022-ma-ancora-pesano-i-costi-delle-stabilizzazioni.flc