Carta docente: il Tribunale di Pistoia accoglie il ricorso di tre lavoratrici precarie

0
695

A cura della FLC CGIL Pistoia

La FLC CGIL di Pistoia esprime grande soddisfazione per la sentenza del giudice del lavoro del Tribunale di Pistoia pubblicata il 6 marzo 2023 che, accogliendo le tesi sostenute dall’avv. Francesco Americo della FLC CGIL, ha accolto il ricorso di tre docenti precarie riconoscendo complessivamente il bonus per un valore totale di euro 6.000,00.

Ricordiamo che la carta elettronica del docente consiste in un bonus del valore di 500 € utilizzabile per la formazione del docente.

Il giudice richiamando le decisioni della Corte di Giustizia e del Consiglio di Stato ha affermato la illegittimità delle disposizioni normative che hanno previsto tale somma soltanto nei confronti del personale assunto a tempo indeterminato.

Quindi il giudice del lavoro ha rilevato che «alla luce della giurisprudenza eurounitaria richiamata, va disapplicato l’art. 1 L. 107/2015 (i D.P.C.M. del 23 settembre 2015 e del 28 novembre 2016, applicativi di tal disposizione, sono stati nelle more della decisione della CGUE annullati dal Consiglio di Stato con l’ordinanza sopra citata) nella parte in cui non riconosce l’usufruibilità della “Carta Elettronica del docente” anche dal personale docente assunto con contratto a tempo determinato».

La FLC CGIL di Pistoia continuerà in ogni sede a garantire la tutela alle lavoratrici e i lavoratori in presenza di violazioni delle norme contrattuali, costituzionali ed eurocomunitarie.


clicca qui per andare all'articolo originale