VIII ciclo TFA sostegno e assunzioni da GPS 1 fascia: facciamo il punto sulle novità in attesa del decreto che avvii il corso specializzazione

0
521

Il corso di specializzazione per il sostegno (comunemente detto TFA sostegno”) è un corso accademico universitario di 60 CFU (di cui 12 di tirocinio) introdotto dal regolamento sulla formazione iniziale (DM 249/10, Art. 13).

La specializzazione nel sostegno didattico dà accesso

Ai concorsi per i posti di sostegno.

Agli elenchi aggiuntivi GAE relativo ai posti di sostegno.

Alla 1 fascia delle GPS sostegno (o elenchi aggiuntivi, nel caso in cui la specializzazione sia conseguita in un anno scolastico che non coincide con quello di aggiornamento delle graduatorie, per cui si entra negli elenchi aggiuntivi che vanno in coda alla prima fascia).

Alla procedura di assunzione su posti di sostegno da GPS 1 fascia che è stata introdotta la prima volta nell’a.s. 2021/22, prorogata al 2022/23 e nuovamente introdotta con alcune modifiche per l’a.s. 2023/24 dal DL 44/2023, art. 5 comma 5 e seguenti.

Requisiti di accesso al TFA sostegno

La norma che definisce le regole sul reclutamento è il Dlgs 59/2017. Le modifiche apportate a questa legge dal DL 36 del 30 aprile 2022 e dal DL 44 del 22 aprile 2023 hanno determinato la necessità di emanare un decreto del Ministero dell’Università e Ricerca (MUR) che aggiorni le regole di accesso al TFA sostegno. Questo decreto, necessario per l’avvio dell’VIII ciclo del TFA non è stato ancora pubblicato.

Tuttavia, attraverso una ricognizione delle norme vigenti, proviamo a dare indicazioni utili a chi è interessato al corso.

Dovrebbero poter accedere al TFA coloro che sono in possesso di:

  • abilitazione all’insegnamento nello specifico grado per il quale si partecipa,
  • titolo di accesso + 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022. (Questo riguarda in particolare la scuola secondaria, in quanto nella scuola primaria e dell’infanzia il titolo di accesso è anche abilitante),
  • per gli ITP titolo di accesso alla classe di concorso.

Riserva per chi ha tre anni di servizio su posto di sostegno

Fino al 31 dicembre 2024, quindi per l’VIII e il IX ciclo del TFA sostegno, potranno accedere beneficiando di una quota di riserva i docenti assunti a tempo determinato o indeterminato che abbiano prestato tre anni di servizio negli ultimi cinque su posto di sostegno, e che siano in possesso del titolo di studio valido per l’insegnamento.

Modalità di accesso per chi beneficia della riserva

La percentuale di riserva di posti dovrà essere definita nel decreto del MUR.

Sulle prove di accesso, il DL 22/2020 ha stabilito che sono esonerati dalla prova pre-selettiva i candidati che negli ultimi 10 anni scolastici abbiano svolto almeno 3 annualità su sostegno, nel medesimo grado cui si riferisce la procedura.

Le norme quindi non parlano di un accesso diretto al TFA, ma di riserva di posti e esonero dalla prova pre-selettiva.

Assunzioni da GPS 1 fascia anno scolastico 2023/24

Il DL 44 del 23 aprile 2023 accoglie la nostra richiesta di prorogare al 2023/24 le assunzioni da GPS prima fascia sostegno. Su questo tema abbiamo promosso emendamenti e iniziative, come quella del 4 aprile scorso, che hanno dato una spinta forte in questa direzione.

Chi potrà partecipare: i docenti inclusi a pieno titolo in 1 fascia GPS sostegno o negli elenchi aggiuntivi.

La procedura prevede: individuazione degli aventi diritto, contratto a Tempo Determinato con termine 31 agosto; percorso annuale di formazione e prova; colloquio finale lezione simulata dinanzi al Comitato di Valutazione integrato con un soggetto esterno. A seguito del superamento del percorso,  trasformazione del contratto a TI con retrodatazione giuridica alla data di inizio del servizio.

Call veloce GPS: la procedura consentirà a chi è inserito in prima fascia sostegno e non riceve proposta nella propria provincia, di poter fare istanza di assunzione per una o più province di un’altra regione in cui vi siano posti disponibili.

Quanti posti andranno alle assunzioni su sostegno del 2023/24

Quest’anno, dopo le nomine in ruolo, sono rimaste non assegnate ben 14.488 cattedre di sostegno.

A esse si sommeranno 9 mila posti aggiuntivi di organico di diritto, derivanti da un incremento dell’organico stabilito dalla Legge di Bilancio 2021. Sommando a questi posti i pensionamenti stimati e i trasferimenti stimati potrebbero essere circa 27 mila le cattedre di sostegno da attribuire ai ruoli a partire dal 1° settembre 2023.

Le nostre proposte

Assunzioni: occorre andare avanti con le assunzioni da GPS 1 fascia sostegno e estendere questa misura anche ai prossimi anni.

VIII ciclo del TFA: bisogna velocizzare la pubblicazione del decreto del MUR e calendarizzare le prove di accesso.

Posti disponibili nei corsi di specializzazione: é necessario un ampliamento dell’offerta formativa nelle università del centro nord, in cui i posti attivati sono troppo pochi rispetto al fabbisogno della scuola di docenti specializzati. Per fare questo è necessario finanziare le università con risorse dedicate e specifiche.

Posti disponibili per le assunzioni: occorre andare verso una progressivo ampliamento dell’organico di diritto, portando sempre più le cattedre in deroga attivate con i contratti al 30 giugno verso la stabilizzazione e l’assunzione di docenti specializzati.


clicca qui per andare all'articolo originale