Iscrizioni scuola a.s. 2023/2024: presentazione delle domande dal 9 al 30 gennaio 2023

0
128

Con la nota n. 33071 del 30 novembre 2022, il Ministero dell’Istruzione ha fornito le indicazioni su termini e modalità per la presentazione delle domande di iscrizione alle scuole dell’infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2023/2024

Le domande devono essere inoltrate dalle ore 8:00 del giorno 9 gennaio 2023 alle ore 20:00 del 30 gennaio 2023. La procedura on line sul sito www.istruzione.it/iscrizionionline/, possibile tramite identità digitale (SPID – CIE – eIDAS), è prevista per le classi prime delle scuole statali dalla primaria alla secondaria di secondo grado. Per i genitori (affidatari e tutori) la funzione di accreditamento sarà disponibile a partire dalle ore 9:00 del 19 dicembre 2022.

Istituzioni scolastiche coinvolte

Il sistema Iscrizioni online si applica alle classi iniziali dei percorsi di studio di ogni grado, tranne per la scuola dell’infanzia ove si prevede, ancora, la modalità cartacea attraverso la compilazione della Scheda A allegata alla nota ministeriale.

Sono inoltre escluse dal sistema di iscrizione online tutte le scuole della Valle d’Aosta e delle province di Trento e Bolzano, l’istruzione per gli adulti (oggetto di successiva comunicazione), le classi terze dei licei artistici, i percorsi integrato CAIM (Conduzione di apparati e impianti marittimi) / CAIE (Conduzione di apparati e impianti elettronici di bordo) nell’ambito dell’indirizzo Trasporti e Logistica degli Istituti Tecnici, le specializzazioni per “Enotecnico” degli istituti tecnici del settore tecnologico a indirizzo “Agraria, agroalimentare e agroindustria”, articolazione “Viticoltura ed enologia”.

L’iscrizione degli alunni in fase di preadozione è effettuata dalla famiglia affidataria direttamente presso l’istituzione scolastica prescelta.  

Per le scuole paritarie e i percorsi IeFP, siano essi erogati da Istituti professionali e/o Centri di formazione accreditati dalle Regioni, occorre verificarne l’adesione alla modalità telematica.

La facoltà di avvalersi o dell’insegnamento della religione cattolica o delle attività alternative si esercita all’atto dell’iscrizione nella classe prima, mediante l’apposita sezione online. Tale scelta ha valore per l’intero corso di studi, fatto salvo il diritto soggettivo di operare una modifica a partire dall’anno scolastico successivo.

Alle opzioni, per chi non intende seguire lo specifico insegnamento, si accede tramite un’apposita funzionalità del sistema “Iscrizioni online” dal 31 maggio al 30 giugno 2023 utilizzando le credenziali di identità digitale.

La nota n. 33071 ripropone sostanzialmente le stesse indicazioni dello scorso anno con alcune novità.

Iscrizioni in eccedenza

L’acquisizione delle iscrizioni verrà effettuata nel limite massimo individuato dal dirigente scolastico sulla base delle risorse di organico assegnate e dei fattori di contesto. Nell’ipotesi di richieste in eccedenza, i criteri di precedenza sono deliberati del Consiglio di istituto.

Per le scuole primarie e secondarie sarà possibile indicare in subordine alla scuola di prima scelta altre due opzioni; l’ultima scuola che tratta la domanda di iscrizione, qualora sia impossibilitata ad accoglierla in quanto eccedente rispetto ai posti rimasti disponibili, è tenuta, con il supporto dell’Ufficio di ambito territoriale, ad affiancare la famiglia nell’individuazione di una diversa istituzione scolastica idonea e ad accertarsi che il procedimento si concluda con l’effettiva iscrizione dell’alunno/studente. 

Tale responsabilità ricade in capo alle scuole e agli Uffici di ambito territoriale anche in caso di impossibilità di accoglimento, per mancata disponibilità di posti, di richieste effettuate in corso d’anno.

Nelle scuole dell’infanzia, per le quali può essere presentata un’unica domanda cartacea, resta l’indicazione di attivare, da parte degli Uffici di ambito territoriale, d’intesa con le Amministrazioni comunali interessate, opportune misure di coordinamento tra le scuole statali e le scuole paritarie che gestiscono il servizio sul territorio, per equilibrare il più possibile il rapporto domanda-offerta. L’ eventuale impossibilità di accoglimento delle domande deve essere comunicata agli interessati, tempestivamente e con adeguata motivazione, al fine di consentire l’opzione verso altra scuola.

Educazione motoria nella scuola primaria

In riferimento all’introduzione nelle classi quarte e quinte della scuola primaria dell’insegnamento dell’educazione motoria con docenti dell’organico specialisti, la nota sottolinea l’opportunità che le scuole, nel corso delle assemblee/comunicazioni che precedono le iscrizioni, informino le famiglie che l’orario settimanale prescelto in fase di iscrizione alla classe 1^ aumenterà fino a due ore settimanali all’atto del passaggio alla classe 4^.

Si ricorda che tale incremento non riguarda il tempo pieno, destinato a mantenere le 40 ore.

Percorsi a indirizzo musicale  della scuola secondaria di primo grado

La nota ha previsto l’adeguamento, in materia di iscrizioni, alle novità previste dall’entrata in vigore dal 1 settembre 2023 del decreto ministeriale 1° luglio 2022, n. 176 con il quale sono stati disciplinati i nuovi percorsi a indirizzo musicale.

Per gli approfondimenti, si rimanda alla notizia specifica.


clicca qui per andare all'articolo originale