La Cgil suona la sveglia dentro le scuole: con il camper in piazza “tra accorpamenti e riforme che faranno male al Fermano”

0
76

Da laprovinciadifermo.com
Di Raffaele Vitali

Fermo – Enzo Di Vita, segretario FLC CGIL Ascoli e Fermo, rappresenta il mondo della scuola che è una delle poche categorie sindacali rimasta unita dopo la divisione delle due province. “Da ieri nelle Marche gira il camper dei diritti. Farà tappa a Fermo domenica dalle 15 in piazza del Popolo” introduce il segretario.

MAPPA PERCORSO MARCHE
PROGRAMMA
SEGUI IL VIAGGIO SUL SITO
CONDIVIDI IL VIAGGIO SU FACEBOOK

Tante le questioni da affrontare nel dialogo con personale e cittadini. “Una è quella dell’autonomia differenziata che rischia di intaccare la tutela dei diritti sociali. Di certo intaccherà il rinnovo dei contratti, a cominciare da quello della scuola”.

Altra questione è il dimensionamento scolastico: “Il Fermano è solo stata segnata dal Preziotti Licini fuso con l’Annibal Caro e lo spostamento del Cpia sotto la dirigenza Itet. Ma il prossimo anno che accadrà? È previsto un innalzamento del numero degli alunni per scuola e questo comporterà un taglio delle presidenze, circa il 10%. Ma quando due scuole si uniscono i parametri non è detto che restino intoccati gli organici. Un anno fa si è rischiata la fusione tra Isc di Petritoli e Isc Betti. Sarebbe stato improponibile a livello di gestione anche a livello di collegio docenti con il rischio di una compressone democratica della gestione interna”.

Con il camper porteremo conoscenza e ascolto: “Noi siamo contro al decreto legge Calderoli”. Gli ultimi mesi nel Fermano è emerso il caso di una docente di Altidona, una delle supplenti temporanee: “Ci sono stati grandi ritardi nel pagamento degli stipendi, anche tre mesi. E parliamo di un personale ultra precario, che invece andrebbe maggiormente garantito. Tema che si è risolto in parte”.

La Cgil di Fermo si conferma vicina ai diritti, lo ribadisce il segretario generale Alessandro De Grazia: “Tante le associazioni coinvolte a livello nazionale, i vari temi della piattaforma ‘via maestra’ sono affrontati con forum specifici. Questa mattina parlando con Landini abbiamo avuto conferma che le attività legate alla difesa della costituzione prosegue. E il camper è uno dei suoi mezzi. Non escludiamo altre iniziative di piazza attraverso il coordinamento fermano che stiamo creando con Anpi, Emergency, Libera, associazioni studentesche come la rete degli studenti, Legambiente, Acli e altre”. Domenica intanto in piazza ci sarà anche Emergency.

Martedì, invece, il camper sarà ad Amandola, per poi raggiungere Macerata. “E con il sindaco di Amandola parleremo di edilizia scolastica e difesa delle aree interne” riprende Di Vita. Si aspettano molti docenti in piazza, “anche se la quota dei sindacalizzati può crescere e i 670 iscritti di quest’anno ci fa ben sperare. Poi vedremo il prossimo anno con le elezioni delle Rsu”.

Di certo la Cgil ci crede, tanto da aver inserito una nuova figura, Laura Latini come responsabile del settore scuola di Fermo, proprio per affiancare Di Vita che fa base ad Ascoli ma coordina le due province.


MAPPA PERCORSO MARCHE



clicca qui per andare all'articolo originale:

https://www.flcgil.it/rassegna-stampa/locale/cgil-suona-sveglia-dentro-scuole-con-camper-piazza-tra-accorpamenti-e-riforme-che-faranno-male-al-fermano.flc